Commento alla Parola

Padre

XVII Domenica del Tempo Ordinario

P. Alessandro

Dal Vangelo secondo Luca
Gesù si trovava in un luogo a pregare; quando ebbe finito, uno dei suoi discepoli gli disse: «Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli». Ed egli disse loro: «Quando pregate, dite: “Padre, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno; dacci ogni giorno il nostro pane quotidiano, e perdona a noi i nostri peccati, anche noi infatti perdoniamo a ogni nostro debitore, e non abbandonarci alla tentazione”».

Gesù si trovava in un luogo a pregare: l’importanza della preghiera, del dialogo con Dio. Se Gesù ha vissuto questa esperienza, non oso immaginare quanto può essere importante per noi!!! Le nostre non sono parole dette a nessuno, ma dialoghi rivolti a un Dio che si fa chiamare PADRE.

Padre: parola più intensa e ricca di significato Gesù non la poteva trovare. Esprime vari concetti: protezione, cura, attenzione, amore incondizionato e gratuito … ecco chi è il nostro Dio.

perdona a noi i nostri peccati, anche noi infatti perdoniamo a ogni nostro debitore: Come possiamo chiedere a Dio il perdono se poi non lo doniamo agli altri? Queste sono le forti contraddizioni che spesso caratterizzano il nostro essere cristiani. Facciamo agli altri ciò che vorremmo venisse fatto a noi.

Parrocchia S. Maria Annunziata e San Giuseppe info@parrocchiabiscontecatarratti.it  Informativa Privacy