Commento alla Parola

Se mi amate, osserverete i miei comandamenti

Pentecoste

p. Alessandro

Dal Vangelo secondo Giovanni
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre. Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato. Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».

Se mi amate, osserverete i miei comandamenti: l’amore può tutto: libera la mente, rende il cuore accogliente, evita di porre i tanti perché della vita, fa nascere la fiducia. L’amore scioglie i nodi del nostro passato. L’amore rende piacevoli i comandamenti perché essi stessi parlano di amore.

prenderemo dimora presso di lui: Che bella questa espressione: prenderemo dimora. Credere che Gesù faccia la scelta di stare in me per sempre, accettando i peccati, le mancanze, i limiti, è qualcosa che deve stravolgere la vita. Lasciamo dimorare.

Spirito Santo […] vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto: tanti si domandano il ruolo dello Spirito Santo nella vita. Questa frase di Gesù non esaurisce l’infinito dono ma da la possibilità di coglierne l’utilità nella fede: invocare lo Spirito Santo vuol dire cogliere la sua Parola e farne uno stile di vita. Ecco perché è necessario invocarlo tutti i giorni, perché rende presente nel mio oggi, l’infinito di Dio.

Parrocchia S. Maria Annunziata e San Giuseppe info@parrocchiabiscontecatarratti.it  Informativa Privacy